Italian Italiano

Chiese e ....

 Foto di Paola Spinola

Diocesi di Genova


Disseminate attorno alla Cattedrale di San Lorenzo, centro religioso e politico della città fin dal Medioevo, sorgono grandi e piccole chiese. Tesori incastonati fra i caruggi, muti testimoni della sua storia gloriosa e indispensabili strumenti per capire le sue vicende sociali, artistiche e religiose

Paola Spinola

Chiese e...>>>

Secondo la tradizione sarebbe stato lo stesso santo, di passaggio a Genova nel 1483, ad indicare il colle come sede di una chiesa intitolata a Gesù e Maria, nel 1487 il.....

San Francesco da Paola

In posizione panoramica, nel quartiere genovese di San Teodoro, si trova il santuario di San Francesco da Paola. Dalla sua terrazza posta su un colle a 130 m di altezza si può godere di una splendida vista sul porto e sulla città. Raggiungibile percorrendo la caratteristica salita San Francesco da Paola, una “crêuza” mattonata dell’ottocento, è noto anche come "Santuario dei Marinai". Nel campanile, nel maggio 1930, fu collocata "la campana del mare", che tutte le sere, al crepuscolo, ricorda con i suoi lenti rintocchi i marinai scomparsi in mare. 

Costruita sulla collina di Castello (ora nel quartiere Molo) per volere di Longobardo Ariperto nel 658 risulta essere uno dei più antichi luoghi di culto Cristiano di Genova....

Chiesa di Santa Maria di Castello

Costruita sulla collina di Castello (ora quartiere Molo) per volere del re longobardo Ariperto nel 658, risulta essere uno dei più antichi luoghi di culto cristiano di Genova. La chiesa che vediamo oggi risale al XII secolo, costruita sulle rovine di quella più antica e della quale sono ancora conservate alcune sculture. Il colle del Castello è il primo luogo abitato di Genova, sulla cui sommità sorgeva un castello ed intorno ad esso si era insediata la famiglia feudale degli Embriaci che pose qui il centro del potere politico e religioso della città. Il posto fu scelto per la sua posizione arroccata e quindi al riparo da attacchi saraceni.

Sorta sulle rovine di una piccola chiesa del V secolo, l’abbazia di Santo Stefano, uno dei luoghi di culto più noti e suggestivi della città, è stata costruita nel 972 ....

Chiesa di Santo Stefano

Sorta sulle rovine di una piccola chiesa del V secolo, l’abbazia di Santo Stefano, uno dei luoghi di culto più noti e suggestivi della città, è stata costruita nel 972 e subito donata dal Vescovo Teodolfo all’abbazia di San Colombano di Bobbio che ne mantennero la proprietà fino al 1431 quando diventò una “commenda” affidata al cardinale Lorenzo Fieschi per poi passare ai monaci Benedettini di Monte Oliveto nel 1529 che qui restarono fino al 1797.

Nel cuore del quartiere Molo nel 1125  Martino Doria, frate benedettino, ottenne il permesso di far costruire sul terreno di famiglia quella che ancora oggi è l’”abbazia dei Doria”,....

Abbazia San Matteo

Nel cuore del quartiere Molo nel 1125  Martino Doria, frate benedettino, ottenne il permesso di far costruire sul terreno di famiglia quella che ancora oggi è l’”abbazia dei Doria”, siamo in Piazza San Matteo uno degli angoli medioevali meglio conservati. Nel 1278 fu completamente ricostruita nello stile dei palazzi della famiglia usando pietra di Promontorio e marmo bianco. Fu anche ingrandita e nei primi anni del 1300 fu realizzato il chiostro, tra la chiesa a Palazzo Branca Doria. Al chiostro, costruito per volere del priore Andrea di Goano, si accede attraverso un arco sulla sinistra della chiesa, ha una forma quadrangolare con archi in mattoni ed ha al centro un pozzo. Lungo le pareti del loggiato, numerose lapidi sepolcrali della famiglia Doria

si ritiene che sia stata edificata nel VII secolo ma i documenti certi risalgono al  XI secolo quando fu ricostruita completamente

Chiesa di San Donato

Dedicata al vescovo aretino si ritiene che sia stata edificata nel VII secolo ma i documenti certi risalgono al XI secolo quando fu ricostruita completamente non lasciando niente del primitivo edificio. Siamo nel quartiere Molo, nel centro storico genovese.

Santuario Ns. Signora di Loreto

Nel 1634 un gruppo di monaci si stabiliscono sulle alture di Oregina con l'intenzione di dare vita ad un nuovo ordine.

Nello stesso anno, per sospetto di eresia l'Inquisitore scioglie la comunità, e l'anno successivo viene dato incarico ai Padri Minori Osservanti di proseguire la costruzione del piccolo santuario. Tra il 1650 e il 1655 sorge il nuovo edificio secondo uno schema planimetrico pseudo-ovale o ad ottagono allungato, ottenuto dalla combinazione dei tipi centrale e longitudinale.

Pagina 2 di 2

© 2017 InfoGenova. All Rights Reserved. Designed By InfoGenova.info
Free Joomla! templates by Engine Templates

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner acconsenti all’uso dei cookie.